ASCOM VITTORIO VENETO
Immagine news BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA TRASFORMAZIONE DELL’ ALIMENTAZIONE DEL VEICOLO A BENZINA O GASOLIO A GPL O METANO
BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA TRASFORMAZIONE DELL’ ALIMENTAZIONE DEL VEICOLO A BENZINA O GASOLIO A GPL O METANO

RIVOLTO A SOGGETTI PRIVATI

DOMANDE DA PRESENTARE ENTRO IL 25.11.2019


Finalità e obiettivi del bando: Il bando rientra nell’ambito delle politiche regionali per la difesa della qualità dell’aria e la lotta all’inquinamento atmosferico in ottemperanza a quanto stabilito dal Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera e successivo aggiornamento, in conformità agli impegni assunti con il “Nuovo Accordo di Programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano” approvato con DGR n. 836/2017 e dalle Direttive europee sulla riduzione delle emissioni inquinanti dei veicoli leggeri.

Contributo: Detta iniziativa prevede l’erogazione di:
€ 600,00 per la trasformazione dell’alimentazione dell’autoveicolo a benzina/Gpl;
€ 700,00 per la trasformazione dell’alimentazione dell’autoveicolo a benzina /metano;
€ 700,00 per la trasformazione dell’alimentazione dell’autoveicolo a gasolio /Gpl;
€ 1.000,00 per la trasformazione dell’alimentazione dell’autoveicolo a gasolio /metano;
Per l'attuazione del presente bando sono destinate risorse finanziarie pari a € 200.000,00 (duecentomila/00 euro).
L’importo del contributo assegnato non potrà superare il 50% della spesa complessivamente sostenuta per la trasformazione.

Chi può partecipare: Possono presentare istanza di contributo i soggetti privati residenti in Veneto che sono proprietari di un autoveicolo (art. 54 comma 1 del DLgs n. 285/92 e s.m.i. Nuovo Codice della Strada) a benzina o a gasolio, a norma per la circolazione stradale (regolare revisione veicolo, assolvimento tassa proprietà, assicurazione RCA in corso di validità) alla data di presentazione dell’istanza di contributo. Il richiedente dovrà risultare intestatario o cointestatario, nei dati riportati nella carta di circolazione (c.d. “libretto”), del veicolo che intende trasformare. Il veicolo al momento dell’istanza di contributo dovrà essere in regola con la revisione, con il pagamento della tassa di proprietà (bollo) e con il pagamento dell’Assicurazione RCA. L’installazione dell’impianto a Gpl o metano, oggetto del contributo, dovrà essere effettuato presso una autofficina specializzata regolarmente iscritta alla CCIAA. Ogni soggetto può presentare una sola istanza di contributo e ciascun veicolo può essere associato ad una sola richiesta di contributo. Sono a carico del richiedente, prima della presentazione dell’istanza, le verifiche per la fattibilità tecnica della trasformazione dell’alimentazione del veicolo nonché della validità della copertura assicurativa RCA ad intervento effettuato.
 

Caratteristiche tecniche veicoli: Il veicolo da trasformare deve appartenere alla categoria:
Autovettura “M1” – esclusivamente trasporto persone - e alle seguenti classi emissive:
 Veicoli alimentati a benzina: classe emissiva Euro 0, 1 , 2, 3, 4, 5;
 Veicoli alimentati a gasolio: classe emissiva Euro 0, 1 , 2, 3, 4, 5.


Tempistica dell'intervento: Il richiedente dovrà avviare le attività finalizzate alla trasformazione (installazione e collaudo dell’impianto) successivamente alla pubblicazione della graduatoria che dovranno essere completate obbligatoriamente entro il 31.12.2019.


Modalità e termini per la presentazione delle domande: I soggetti che intendono presentare domanda di contributo dovranno utilizzare il modello di cui all’Allegato 1 al bando. L’istanza di contributo in bollo da Euro 16,00 (Allegato 1), pena esclusione dallo stesso, dovrà essere corredata da copia integrale della carta di circolazione del veicolo da trasformare, dalla dichiarazione di cui all’ Allegato 2, dalla dichiarazione di cui all’Allegato 3, nonché di un valido documento di riconoscimento del richiedente e potrà essere inviata utilizzando indifferentemente una delle seguenti modalità:
 a mezzo posta elettronica, sia da indirizzo PEC che da indirizzo di posta non certificata, inserendo come destinatario ambiente@pec.regione.veneto.it ;
 a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, da indirizzare a: Regione del Veneto - Direzione Ambiente Unità Organizzativa Tutela dell’Atmosfera Cannaregio 99 - 30121 Venezia;
 consegna a mano presso l’ufficio protocollo della Unità Organizzativa Tutela dell’Atmosfera a Venezia - Cannaregio 99 dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12.30.
Le istanze di contributo dovranno pervenire entro e non oltre il 25 novembre 2019, secondo le modalità sopra indicate.


Formazione della graduatoria: La graduatoria sarà determinata assegnando un peso in base alla classe emissiva del veicolo oggetto della trasformazione, alla fascia di reddito del richiedente e all’ordine cronologico. A parità di punteggio prevarrà l’istanza del richiedente in fascia di reddito inferiore. L’ordine cronologico di arrivo delle domande avrà valenza solamente in caso di ulteriore parità all’interno delle fasce.

Modalità di erogazione del contributo: Il contributo sarà erogato subordinatamente all’avvenuta presentazione entro la data del 01.06.2020 della seguente documentazione:
1. copia della carta di circolazione dalla quale risulti il collaudo del nuovo impianto effettuato dalla Motorizzazione civile. La carta di circolazione dovrà essere riprodotta integralmente anche per i riquadri senza scrittura;
2. copia della fattura per l’importo totale dei lavori (comprensiva degli accessori per il funzionamento) e collaudo e del bonifico di pagamento: la fattura dovrà obbligatoriamente indicare il tipo di trasformazione (benzina/Gpl, benzina/metano, gasolio/Gpl, gasolio/metano). Detta fattura dovrà risultare emessa entro il 31.12.2019;
3. copia del quadro riepilogativo della dichiarazione 2019 (riferita ai redditi 2018) e ricevuta di avvenuta presentazione;
4. copia dell’attestazione di pagamento della tassa di proprietà dell’anno in corso;
5. copia dell’assicurazione RCA;
6. dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000 attestante la conformità agli originali della documentazione di cui ai punti precedenti.
L’entità del contributo sarà ridefinita in fase di liquidazione in base all’effettiva trasformazione e al costo sostenuto.

Vai a Ascom Formazione