ASCOM VITTORIO VENETO
Immagine news BANDO PER IL SOSTEGNO ALL’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE DA PARTE DELLE PMI
BANDO PER IL SOSTEGNO ALL’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE DA PARTE DELLE PMI

Con il presente bando la Regione intende sostenere le attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze presso le imprese, favorendo i processi di progettazione e sperimentazione delle soluzioni innovative e i processi di integrazione e di innovazione delle strategie organizzative e di business tra imprese, università, centri di ricerca e centri di trasferimento tecnologico e di conoscenza, in grado di garantire ricadute positive sul territorio. Il bando finanzia l’acquisizione, da parte delle imprese, di servizi specialistici di consulenza e sostegno all’innovazione tecnologica, strategica o organizzativa. È escluso l’acquisto di macchinari, strumenti, beni e attrezzature. A seguire forniamo una sintesi e una scheda tecnica con le principali caratteristiche del bando.

In sintesi:

  • SONO AMMISSIBILI PROGETTI CHE PREVEDONO L’ACQUISIZIONE DI SERVIZI SPECIALISTICI   PER   L’INNOVAZIONE   TECNOLOGICA,   L’INNOVAZIONE   STRATEGICA   O L’INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA;
  •  IL FORNITORE DEL SERVIZIO SPECIALISTICO OGGETTO DELLA RICHIESTA DI CONTRIBUTO DOVRA’ ESSERE REGISTRATO E PUBBLICATO NELLA SEZIONE “CATALOGO DEI FORNITORI” DEL PORTALE INNOVENETO.ORG;
  •  IL PROGETTO NON POTRA’ PREVEDERE L’ACQUISIZIONE DI SERVIZI AVENTI NATURA CONTINUATIVA O PERIODICA O RIGUARDARE ORDINARI COSTI DI GESTIONE DELL’IMPRESA;
  •  IL PROGETTO DEV’ESSERE CONCLUSO ENTRO 12 MESI DALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DELL’ATTO DI AMMISSIONE A SOSTEGNO SUL BURV;
  •  INVESTIMENTO MINIMO 8.000 EURO;
  •  PERCENTUALE DI SOSTEGNO: 40% (PER INNOVAZIONE TECNOLOGIA  O  STRATEGICA)  30% (PER INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA);
  • 3 SPORTELLI TEMPORALI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE CON ORDINE CRONOLOGICO DI RICEZIONE (CLICK DAY).

La dotazione finanziaria complessiva è di 3.000.000,00 euro, ripartiti in 1.000.000,00 di euro per ognuno dei tre sportelli temporali di presentazione delle domande.

Gli interventi e le azioni devono essere realizzati sul territorio regionale del Veneto.

Possono presentare domanda di sostegno le micro, piccole e medie imprese (così come definite dall’Allegato I del Regolamento UE n. 651/2014) che siano in possesso dei requisiti elencati all’art. 4 del bando, tra i quali:

·        Essere regolarmente iscritte e attive al Registro Imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio;

·        Avere un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare il progetto (salvo quanto previsto dall’art. 3 comma 2 del bando);

·        Svolgere un’attività non rientrante nei codici di classificazione ATECO 2007 sezioni A e B;

·        Essere autonome rispetto ad ogni fornitore individuato per la realizzazione delle attività di progetto (rif. Regolamento UE n. 651 del 17/6/2014);

·        Non essere sia richiedenti che fornitrici del medesimo servizio specialistico nell’ambito del presente bando.

Sono ammissibili i progetti coerenti con gli ambiti e le traiettorie di sviluppo e tecnologiche individuati dalla RIS3 Veneto, riportati in Appendice 1 al bando, e con il Piano Strategico Regionale per la Ricerca Scientifica e lo Sviluppo Tecnologico e l’Innovazione e che prevedono l’acquisizione di servizi specialistici per l’innovazione tecnologica, l’innovazione strategica o l’innovazione organizzativa di seguito indicati e dettagliati nell’Appendice 2 al bando.

A.      INNOVAZIONE TECNOLOGICA – tipologia di servizio specialistico:

·        Innovazione nella fase di concetto;

·        Innovazione nelle fasi di progettazione e sperimentazione;

·        Assistenza alla gestione della proprietà intellettuale.

B.      INNOVAZIONE STRATEGICA - tipologia di servizio specialistico:

·        Innovazione strategica per l’introduzione di nuovi prodotti/servizi;

·        Innovazione del modello di business.

C.      INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA - tipologia di servizio specialistico:

·        Up-grading organizzativo;

·        Efficientamento produttivo;

·        Processi di innovazione aziendale;

·        Innovazione organizzativa mediante gestione temporanea di impresa (temporary management – TM).

Il progetto oggetto della domanda di sostegno dovrà riguardare un solo servizio specialistico tra quelli elencati in una delle citate tipologie di innovazione. Per ogni servizio specialistico potrà essere impiegato un solo fornitore che dovrà realizzare il servizio stesso utilizzando la propria struttura organizzativa.

Il fornitore, al momento della presentazione della domanda, dovrà essere in possesso dei requisiti elencati all’art. 5 del bando, tra i quali:

·        svolgere attività di impresa/professione coerente con il servizio oggetto della domanda;

·        aver svolto almeno cinque incarichi di consulenza attinenti al servizio specialistico oggetto della domanda di sostegno nei 3 anni antecedenti la data di presentazione della stessa domanda di sostegno (o, in alternativa, aver svolto un incarico continuativo per almeno due anni anche per un solo cliente);

·        essere registrato e pubblicato nella sezione “Catalogo dei fornitori” del portale “Innoveneto.org”, di cui all’art. 10 del bando;

Il progetto non potrà prevedere l’acquisizione di servizi specialistici per l’innovazione aventi natura continuativa o periodica o riguardare ordinari costi di gestione dell’impresa connessi ad attività regolari quali, ad esempio, la consulenza fiscale, legale e la pubblicità o per conseguire standard imposti dalla legge o da provvedimenti equivalenti. Il progetto si considera avviato dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di Sostegno e deve essere concluso e operativo entro 12 mesi dalla data di pubblicazione dell’atto di ammissione a sostegno sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto – BURV.

Sono ammissibili esclusivamente le spese per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione direttamente imputabili e coerenti con il progetto presentato.

Non sono ammissibili le spese elencate all’ art. 7 del bando, tra cui:

·        acquisto di macchinari, strumenti, beni e attrezzature;

·        servizi assicurativi, amministrativi, di avviamento e di stampa;

Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale, è concesso nelle seguenti intensità, da calcolarsi sulla spesa ammessa. L’intensità, espressa in termini percentuali, è differenziata in relazione alle diverse tipologie di servizi specialistici:

A.     INNOVAZIONE TECNOLOGICA Spesa minima 8.000,00 euro spesa massima 40.000,00 euro. Percentuale di sostegno: 40%

B.      INNOVAZIONE STRATEGICA Spesa minima 8.000,00 euro spesa massima 40.000,00 euro. Percentuale di sostegno: 40%

C.      INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA Spesa minima 8.000,00 euro spesa massima 50.000,00 euro. Percentuale di sostegno: 30%

L’agevolazione non è cumulabile con altri aiuti di stato concessi per le medesime spese, incluse le agevolazioni concesse sulla base del Regolamento “de minimis”.

Vai a Ascom Formazione